ANALISI E RICOSTRUZIONE DELLA SCENA DEL CRIMINE

La “notitia criminis” arriva al termine di una serie di eventi sconosciuti, di cui non esistono informazioni certe.
Per poter dare il loro nome alle cose, trasformare cioè uno o più ambienti in dati e poi in informazioni, le competenze delle scienze criminalistiche devono intervenire nell’immediatezza della scoperta del fatto.
Qualunque interazione con la scena, infatti, da parte di superstiti, soccorritori, forze dell’ordine, rischia di  inquinare l’ambiente, per gli stessi princìpi inerenti lo scambio di tracce che avvengono durante il delitto.
I nostri esperti possono essere richiesti per l’accesso ai luoghi, osservare e documentare la scena, suggerendo supplementi di indagine e ulteriori repertamenti.
Possiamo infine avvalerci della ricostruzione della scena in 3D, attraverso schede statiche e filmati che mostrano la dinamica dei fatti ricostruita dai nostri esperti.

I commenti sono chiusi.